Osservatorio Socio Economico

L’iniziativa

l’Osservatorio Socio Economico (OSE), attivo dal 2000, si occupa della raccolta, dell’elaborazione e dello studio di dati ed informazioni attinenti una pluralità di ambiti tematici diversi, tra cui la demografia, la struttura delle attività economiche, gli andamenti settoriali e quelli del mercato del lavoro locale.

La sua creazione e la sua progressiva e continua implementazione trovano, ragione d'essere nella convinzione che, per poter affrontare in modo adeguato e dare una valida risposta alle varie problematiche del territorio occorra, a monte un’accurata analisi di dati concreti. Un aspetto cruciale per poter agire in modo mirato, efficace ed efficiente rispetto ad un dato fenomeno, infatti, sta proprio nello svolgimento di un'attenta azione conoscitiva, che consenta, appunto, di comprenderne le numerose sfaccettature ad esso sottese.

Attraverso la propria azione, l’Osservatorio intende offrire una visione delle principali caratteristiche dell’Ovest Milano (Alto Milanese e Magentino – Abbiatense), dei suoi fabbisogni, nonchè dei suoi punti di forza e di quelli di debolezza, perseguendo l’obiettivo di:

  • monitorare ed individuare i principali aspetti strutturali dell'economia locale;
  • valutare le traiettorie di sviluppo dell'area nel breve e nel lungo periodo, fornendo un valido ausilio alla definizione delle forme di intervento e di programmazione territoriale;
  • analizzare l'andamento dell’occupazione e del mercato del lavoro locale.

I prodotti

L’attività svolta dall’Osservatorio si concretizza nella realizzazione di numerosi lavori di ricerca che vengono proposti nella forma di comunicati periodici, rapporti su specifiche tematiche di interesse, tavole statistiche ed altre analisi sull'economia locale.

Tutti questi materiali possono essere consultati e scaricati liberamente e possono altresì essere ricevuti direttamente al proprio indirizzo di posta elettronica mandando una mail di richiesta ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Consulta tutta la documentazione

LE ULTIME ANALISI

 

ALCUNE FORME DI LAVORO ATIPICO

Con questo Quaderno si intende proporre alcuni spunti di riflessione su una serie di modalità lavorative piuttosto diverse tra loro, il cui comune denominatore è, però, un insieme di caratteristiche che le rende alquanto distanti dalle forme più tradizionali dell’occupazione dipendente. Ci si riferisce, in particolare, a contratti quali la somministrazione (ex lavoro interinale), il lavoro intermittente, quello domestico e le collaborazioni parasubordinate. In relazione ad essi, la ricerca ha l’obiettivo di approfondirne la connotazione, le peculiarità, il ruolo e gli andamenti all’interno dell’Ovest Milano, negli anni 2014 - 2017.
La scelta di soffermarsi su questo argomento origina dalla constatazione che, finora, per il territorio, non sono mai state condotte delle indagini specificamente dedicate a tali istituti, nonostante che, in aggregato, essi rappresentino comunque una porzione di un certo rilievo dei flussi occupazionali. Giusto per dare alcuni elementi di riferimento si consideri, infatti, che, durante il quadriennio preso in esame, ad essi sono riconducibili più di 57 mila comunicazioni, su un totale di circa 181 mila avviamenti, spiegando, in tal modo, il 31,5% della domanda di lavoro espressa dall’area.

Approfondisci

 

 

Contatti

Andrea Oldrini
Responsabile Osservatorio Socio Economico
Eurolavoro / AFOL Ovest Milano
Tel. 0331/426927
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.