I CENTRI PER L’IMPIEGO

 

Al Personale della scuola con contratto in scadenza

Adempimenti per l'acquisizione dello stato di disoccupazione da parte del personale scolastico con contratto in scadenza nell'estate del 2016.

scarica il PDF

 

Avviso per il pubblico

La Regione Lombardia, con una propria nota (prot. N. e 1.2015.0447567 di venerdi 11/12/2015), comunica che le DID (Dichiarazioni di Immediata Disponibilità al lavoro) , necessarie per l’iscrizione nell’elenco anagrafico professionale, non possono più essere rese sul portale sintesi.
L’unico canale di accesso ai fini della della DID e del patto di servizio personalizzato è il sistema informativo di Regione Lombardia (http://gefo.servizirl.it/dote)
In particolare:

  1. I disoccupati beneficiari di strumenti di sostegno al reddito:
    devono recarsi presso un patronato – Inps e presentare la domanda di sostegno al reddito (es: Naspi) e poi recarsi presso un operatore accreditato entro 15 giorni per la stipula del patto di servizio. La domanda di sostegno al reddito equivale alla presentazione della did, che deve essere perfezionata inserendo in http://gefo.servizirl.it/dote gli estremi della richiesta all’INPS e effettuando contemporaneamente la scelta dell’operatore presso cui stipulare il patto di servizio personalizzato.
  2. I disoccupati non percettori di strumenti di sostegno al reddito:
    devono rendere la did sul portale http://gefo.servizirl.it/dote (per accedere al servizio è necessario avere un indirizzo e-mail per registrarsi), e contemporaneamente scegliere l’operatore presso cui stipulare il patto di servizio personalizzato.
  3. Dopo la registrazione on line il disoccupato (entro 15 giorni se percettore di sostegno al reddito o 30 giorni se non percettore), dovrà contattare l’operatore scelto per stipulare il Patto di Servizio Personalizzato (PSP) con cui definire le modalità di partecipazione ad attività utili all’accompagnamento verso nuove opportunità lavorative
  4. Tutte le norme e procedure sopra descritte si applicano anche alle persone con disabilità che intendono avvalersi dei servizi del collocamento mirato, previsti dalla L 68/99.

scarica il PDF

 

Comunicazione a tutti gli enti interessati

16 dicembre 2015 

Recentemente sono state introdotte nuove norme in materia di “Dichiarazione di Immediata Disponibilità al Lavoro (DID)” per cittadini disoccupati.

Le nuove procedure considerano disoccupati “i lavoratori privi di impiego che dichiarano, in forma telematica la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro”.

Nello specifico:

  • i disoccupati non percettori di sostegno al reddito, devono rilasciare la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al Lavoro (DID) autonomamente o con il supporto di un operatore accreditato ai servizi al lavoro, attraverso il sistema informativo regionale al link http://gefo.servizirl.it/dote;
  • i disoccupati non percettori di sostegno al reddito, che hanno già rilasciato la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al Lavoro (DID), devono aggiornare/inserire la data di rilascio autonomamente o con il supporto di un operatore accreditato ai servizi al lavoro, attraverso il sistema informativo regionale al link http://gefo.servizirl.it/dote;
  • i beneficiari di strumenti di sostegno al reddito devono inserire, attraverso il sistema informativo regionale al link http://gefo.servizirl.it/dote, la data della domanda di richiesta del sussidio presentata all'INPS, che equivale alla dichiarazione di immediata disponibilità, autonomamente o con il supporto di un operatore accreditato ai servizi al lavoro.

Una volta effettuata la registrazione on line, il disoccupato dovrà stipulare il Patto di Servizio Personalizzato (PSP) per definire le modalità di partecipazione ad attività utili all’accompagnamento verso nuove opportunità lavorative.
La procedura dovrà essere effettuata contattando l’operatore scelto – all’atto della registrazione della Dichiarazione di Immediata Disponibilità al Lavoro (DID) sul portale sopracitato – entro 15 giorni dalla data di presentazione della domanda di sussidio ad INPS per beneficiario di strumenti di sostegno al reddito; entro 30 giorni dalla data di registrazione per i disoccupati non percettori di sussidio.

Successivamente alla stipula del Patto di Servizio Personalizzato (PSP), il disoccupato dovrà seguire il percorso definito con l’operatore. Qualora ciò non accadesse senza giustificato motivo, verranno applicate le sanzioni come previste dalla normativa in vigore.

Tutte le norme e procedure sopra descritte si applicano anche alle persone con disabilità che intendono avvalersi dei servizi del collocamento mirato, previsti dalla L 68/99.

L’introduzione della nuova normativa comporta inoltre che per accedere a prestazioni di carattere sociale (es. ASL, Aler, ecc.) previste da norme nazionali, regionali e comunali, non sia più necessario lo stato di disoccupazione.
Pertanto la condizione di non occupazione, sarà autocertificabile direttamente dall’interessato.

scarica il PDF

 

I Servizi per le Aziende

I Centri per l’impiego supportano i datori di lavoro fornendo consulenza sugli aspetti amministrativi relativi alla gestione del rapporto di lavoro, dall’avvio alla conclusione.
Favoriscono l’accesso da parte del sistema Imprese all’uso delle tecnologie per gestire le pratiche amministrative e le comunicazioni obbligatorie.