LA STRUTTURA DELLE ATTIVITA’ ECONOMICHE ED IL SISTEMA DELLE IMPRESE. ANNO 2019

Il 2019 ha rappresentato un anno di crescita particolarmente debole per il sistema produttivo locale, per il quale si registra un’avanzata di appena +19 imprese attive (+0,1%). Pur in considerazione di un quadro relativamente migliore rispetto a quanto si rileva in alcune province lombarde, la dinamica imprenditoriale pare fermarsi, basti solo paragonarla, per dare una misura di ciò, con il risultato che caratterizzava il 2018 (+97 imprese attive, ossia +0,3%).

In via generale, poi, persiste una certa differenza tra le aziende artigiane, per le quali si osserva un calo della compagine imprenditoriale (-24 unità, ossia -0,2% contro le +14 unità del 2018), e le restanti realtà. Queste ultime mantengono un andamento positivo (+43 unità), pur cedendo anch’esse il passo rispetto al 2018, con delle variazioni che dimezzano di entità sia in valore assoluto (+43 unità contro +83 unità), sia in termini percentuali (+0,2% contro +0,4%).

Da ultimo, permane il divario, già osservato in più occasioni, tra l’Alto Milanese ed il Magentino – Abbiatense. Benchè in entrambi i casi si noti un affaticamento negli andamenti, la prima area mostra una maggiore capacità di tenuta rispetto alla seconda che, invece, vive una battuta d’arresto. Ciò si verifica soprattutto sul fronte dell’artigianato (-39 imprese, ovvero -0,8%) e a livello di nati-mortalità, registrando, da questo punto di vista, la contemporanea caduta delle nuove iscrizioni ai registri camerali (-56 unità, ossia -6,1%) associata ad un incremento delle cessazioni (+57 unità, ossia +7,0%), da cui, in ultima analisi discende l’inversione di segno, in senso negativo, del saldo tra queste due grandezze (-14 unità contro +99 unità del 2018). A livello aggregato, nell’Ovest Milano, tale indicare si mantiene positivo, ma al prezzo di un considerevole ridimensionamento (+119 unità contro +249 unità).

Scarica i dati
Consulta tutta la documentazione dell’Osservatorio